ANCHE LE MISURE FISCALI PER GLI IMPRENDITORI VENGONO PROLUNGATE

Anche l’Amministrazione fiscale e doganale estenderà una serie di misure per gli imprenditori, fintanto che la crisi dovuta al coronavirus perdura. Ciò riguarda, tra l’altro, un rinvio speciale del pagamento e una riduzione degli interessi fiscali e di recupero e il criterio orario per i lavoratori autonomi.

Differimento speciale del pagamento

Il periodo durante il quale è possibile richiedere un differimento speciale del pagamento è stato prorogato all’1 settembre 2020. Non è necessario pagare alcuna penalità di mora per i ritardi di pagamento.

Gli imprenditori ricevono immediatamente una proroga di 3 mesi del pagamento con la prima domanda. Per quei 3 mesi, occorre solo presentare una richiesta un’unica volta per tutte le valutazioni di imposta sul reddito, legge sull’assicurazione sanitaria, imposta sulle società, tasse sui salari e imposta sul fatturato d’affari (IVA).

Proroga più ampia di 3 mesi

È inoltre possibile richiedere un’estensione per un periodo superiore a 3 mesi. È importante che le aziende abbiano quanta più disponibilità economica possibile. Per garantire questo extra, gli imprenditori devono posticipare per più di 3 mesi la distribuzione di dividendi e bonus o il riacquisto delle proprie azioni.

Interessi fiscali e interessi di recupero

L’interesse fiscale e di recupero per tutte le attività fiscali è stato ridotto allo 0,01% fino all’1 ottobre 2020.

Altre misure fiscali

Altre misure fiscali saranno prorogate fino all’1 settembre 2020. Ciò include il criterio orario per i lavoratori autonomi, l’interruzione del pagamento per gli obblighi ipotecari e le esenzioni IVA.

Valutazione aggiuntiva dell’IVA

Nei prossimi giorni, molti imprenditori riceveranno una valutazione aggiuntiva per la dichiarazione IVA. Questo valore è superiore al normale a causa della crisi dovuta al coronavirus. Se non è stato ancora richiesto un rinvio speciale, tale posticipo può essere richiesto per 3 mesi immediatamente dopo aver ricevuto la valutazione aggiuntiva.

L’Amministrazione fiscale e doganale annullerà la sanzione per inadempimento del pagamento d’imposta. Questa sanzione non deve essere pagata e non è necessario denunciarla.

BPM

A partire dall’1 giugno, sarà possibile richiedere – se viene effettuata una valutazione aggiuntiva – un’estensione BPM speciale per i clienti in relazione alle auto che sono state vendute e immatricolate per il mese di maggio. Questa settimana, ulteriori informazioni saranno disponibili sul sito web delle autorità fiscali.