La disparità di ricchezza non è in aumento, nuove cifre dopo l’estate

Le risorse sono distribuite in modo più disomogeneo rispetto ai redditi, ma, sulla base dei calcoli attuali, non vi è alcuna disparità crescente di ricchezza nei Paesi Bassi. Il Sottosegretario di Stato alle finanze Hans Vijlbrief ha risposto così alle domande dell’Assemblea sulla revisione del sistema fiscale. Dopo l’estate, Statistics Netherlands pubblicherà nuovi dati, che tengono maggiormente conto dei patrimoni previdenziali.

 

Imposta sugli aumenti di prezzo

Diversi partiti hanno attirato l’attenzione sulla disparità di ricchezza e sulle possibilità di ridurla attraverso il sistema fiscale. I suggerimenti includevano un’imposta sull’aumento del prezzo delle azioni, una tassa sulle plusvalenze o un’imposta per perdite inattese o non acquisite. I partiti fanno riferimento a tasse simili in altri paesi.

 

Basso onere fiscale per i DGA

D66 ha chiesto informazioni sulla differenza tra il trattamento degli assets nella casella 2 e nella casella 3, il che è particolarmente utile per le persone con assets molto consistenti. Il partito sottolinea inoltre che l’onere fiscale per gli amministratori / i principali azionisti (DGA) è molto inferiore rispetto a quello dei dipendenti. Questa differenza può essere ridotta regolando gli accordi su arbitrato, differimento fiscale e mutuo per la casa.

Secondo la Sinistra Verde, sembra che i soldi guadagnati con il lavoro siano tassati, ma i soldi guadagnati tramite altri soldi spesso non lo siano. “La maggior parte degli olandesi (devono) pagare le tasse dopo il duro lavoro, mentre i prestatori su pegno non pagano le tasse sugli utili delle loro case” ha detto il gruppo. Il partito ha anche chiesto del rapporto tra lo stadio della vita delle persone e le loro capacità.

 

Rapporto tra reddito e potere d’acquisto

Il Segretario di Stato riconosce che la ricchezza è distribuita in modo più diseguale rispetto al reddito. Tuttavia, il governo punta a una distribuzione equilibrata del reddito e non alla distribuzione della ricchezza. “Il gabinetto si concentra sulla distribuzione del reddito, perché esiste una relazione più diretta tra reddito e potere d’acquisto e gli assets sono di natura molto diversa” afferma Vijlbrief. Ad esempio, i patrimoni previdenziali vengono convertiti in reddito disponibile solo al momento della pensione.

Tuttavia, secondo Vijlbrief, il governo tiene d’occhio le disparità di ricchezza. Dal 1993, Statistics Netherlands pubblica dati sulla ricchezza delle famiglie e sulla distribuzione della ricchezza. Da allora i dati sono diventati sempre più completi. Dopo l’estate, Statistics Netherlands pubblicherà i dati sull’asset allocation, che tengono conto anche dei patrimoni previdenziali.

 

Stabilire i profitti imprevisti è difficile

Vijlbrief mette in prospettiva gli effetti dei differenti tipi di tasse sulla disparità di ricchezza. In altri paesi, ci sono spesso esenzioni per le tasse sull’aumento dei prezzi o sulle plusvalenze. Il Sottosegretario di Stato evidenzia che gli utili e le perdite su cambi infatti contano nella casella 3, ma per lo stesso ritorno fisso come gli altri assets. Una tassa sui profitti inattesi è difficile perché è complesso determinare quali profitti sono inattesi e quali no.

Il Sottosegretario di Stato conferma che l’onere fiscale e contributivo medio degli imprenditori IB e dei DGA è inferiore a quello dei lavoratori ad alto reddito. Numerose misure riducono tale differenza. Egli menziona, ad esempio, un disegno di legge per i prestiti fiscali con la propria azienda. Infine, Vijlbrief fa riferimento a una modifica pianificata, con la quale il prelievo nella casella 3 è più in linea con il rendimento effettivo. La Camera dei rappresentanti riceverà maggiori informazioni a breve termine.