L’ispettorato investigativo SZW e FIOD uniscono le forze contro l’abuso delle misure di sostegno

A causa del virus COVID-19, il Governo ha adottato misure economiche eccezionali con l’obiettivo di:

  • proteggere la nostra salute;
  • proteggere posti di lavoro e redditi;
  • attenuare le conseguenze per i lavoratori autonomi, gli imprenditori delle PMI e le grandi aziende.

Queste misure assicurano che le aziende possano continuare a pagare il personale e offrire ai lavoratori autonomi un ponte finanziario. Consentono alle società di mantenere risorse economiche, attraverso accordi fiscali distesi, indennità e opzioni di credito aggiuntive.

Sono previsti per ogni mese miliardi di euro in supporto. Poiché si tratta di misure altamente semplificate che devono essere attuate rapidamente, vi è la possibilità di un abuso di questi sistemi. Ecco perché gli agenti dell’Ispettorato investigativo SZW e del FIOD (autorità fiscali) hanno unito le forze per rilevare eventuali abusi. È data priorità all’individuazione e all’arresto di coloro che commettono frodi rispetto alle misure di sostegno. La polizia, i supervisori e le controparti private supportano il rilevamento di abusi con notifiche e segnalazioni. Ciò è stato concordato con il pubblico ministero, che mira a garantire che gli indagati possano essere consegnati rapidamente alla giustizia. La frode è inaccettabile. Danneggia i lavoratori e le aziende che ne hanno davvero bisogno e che ne hanno diritto. E con ciò penalizza l’intera società.